PROGRESSO

Malgrado le crisi e le difficoltà settoriali, negli ultimi anni l’economia ticinese si è sviluppata in modo dinamico, con un incremento dell’occupazione e una diversificazione del tessuto economico. Il progresso tecnologico è il motore principale di questo sviluppo e – catalizzato dalla digitalizzazione – lo sarà sempre di più.

 

Le opportunità che la tecnologia offre al nostro cantone devono essere sfruttate senza cedere alla paura, ma investendo nella riqualifica continua e nello snellimento dei processi burocratici, sviluppando strategie per attirare (e mantenere) le migliori giovani menti in Ticino, permettendo così alle aziende del nostro territorio di profilarsi e aver così accesso al mercato internazionale e ai giovani imprenditori di lanciarsi in nuove sfide. Imprenditori che devono dimostrarsi innovativi e flessibili, provando per esempio a esplorare fenomeni interessanti che si sono dimostrati vincenti in altre zone del mondo, come per esempio la tecnica dei commerci temporanei (pop-up) o il sistema del coworking, possibile grazie a spazi di lavoro condivisi che riuniscono professionisti di vari settori in fuga dalle rigide strutture dei vecchi sistemi e che agevolano la creazione di sinergie estremamente interessanti. Impossibile realizzare tutto ciò senza un sistema che favorisca inoltre una migliore conciliabilità tra lavoro e vita privata, permettendo di raggiungere una maggiore inclusione di alcune fasce della popolazione che hanno più difficoltà a (ri)entrare nel mondo del lavoro.

 

Un progresso sociale dunque che è supportato e accompagnato da quello economico e che deve essere coltivato per raggiungere obiettivi importanti, impegnandosi per la parità salariale, fornendo delle opportunità di crescita a tutti e mirando a una società più inclusiva.