CHI SONO

FORMAZIONE

Sono nato sulle rive del Lago Maggiore l'8 maggio 1990 da Justa Del-Grande e Stefano (sì, proprio così). Dopo aver frequentato le scuole elementari a Solduno, la scuola media e il liceo al Collegio Papio di Ascona, nel 2009 ho intrapreso gli studi di diritto presso l'Università di Zurigo, conseguendo il Bachelor nel 2012 e il Master nel 2014. A conclusione di un'esperienza di un anno negli Stati Uniti, nel giugno del 2015 ho ottenuto un secondo master (LL.M.) in diritto internazionale presso la Georgetown University di Washington D.C.

LAVORO

Nel corso degli studi ho effettuato degli stages in un'organizzazione internazionale a Parigi (2011) e presso il Ministero pubblico ticinese (2012). Una volta concluso il mio percorso universitario, da novembre 2015 ho lavorato quale giurista praticante presso la sede zurighese (e talvolta ginevrina) dello studio legale LALIVE SA e da marzo a settembre 2017 presso la Corte distrettuale di Zurigo.

Da ottobre 2017 sono attivo nello studio legale Merlini e Nicora, gestito dagli Avvocati Giovanni Merlini (consigliere nazionale tra le fila del PLRT) e Francesca Nicora. Parallelamente presiedo il Consiglio di amministrazione della Immobiliare SL SA, un'azienda specializzata nelle stime, consulenze e intermediazioni immobiliari fondata da mio padre nel 1992.

POLITICA

Politicamente ho mosso i primi passi, un po' per caso, sotto la cupola di Palazzo federale in occasione della Sessione federale dei Giovani all'età di 16 anni. Questa esperienza mi ha permesso di capire quanto fosse importante per me contribuire a migliorare questo fantastico Paese e mi ha spinto a candidarmi con successo per un posto nel Comitato del Consiglio Cantonale dei Giovani, il Parlamento giovanile ticinese. La possibilità di interloquire con coetanei provenienti da tutto il cantone e di discutere con Consiglieri di Stato, Gran Consiglieri e rappresentanti sia dell'Amministrazione, sia della società civile ha reso ancora più forte il desiderio di perseguire l'impegno per la cosa pubblica.

 

Nel 2008 il Governo ticinese mi ha nominato nel Gruppo operativo "Giovani-Violenza-Educazione", permettendomi così di approfondire ulteriormente le mie conoscenze della questione politica e sociale giovanile nel nostro Cantone. Si trattava ormai del mio ultimo anno al liceo, durante il quale  con alcuni compagni di scuola abbiamo fondato il Comitato studenti del Collegio Papio di Ascona.

 

Pur studiando nella Svizzera tedesca, dal 2010 al 2014 ho collaborato con la Federazione Svizzera dei Parlamenti dei Giovani, inizialmente come responsabile del progetto easyvote.ch (atto a incrementare la partecipazione dei giovani a votazioni e elezioni federali) e poi come delegato alla politica giovanile. La partecipazione giovanile, che fu già il tema del mio lavoro di maturità, mi ha da sempre appassionato ed è stata tema di un manuale che ho avuto modo di pubblicare con due amici per il Dipartimento della sanità e della socialità ticinese.

 

Nel 2012, in una piacevole sera primaverile, con un amico abbiamo ricostituito il Circolo Giovani Giuristi Zurigo, l'associazione degli studenti ticinesi e gli alumni di diritto a Zurigo, che ho poi presieduto dal 2012 al 2014. Rappresentare gli studenti di una minoranza linguistica nell'ateneo più popoloso della Svizzera non è sempre stato un compito facile ma un'esperienza arricchente, che ha reso più stimolante (e vissuto) lo studio del diritto, grazie anche al nostro duplice ruolo di tutori per gli studenti dei primi semestri.

 

Nello stesso periodo mi sono spesso diviso fra il Ticino e la Svizzera tedesca non da ultimo per le sedute del Consiglio del Pubblico della Società per la Radiotelevisione svizzera di lingua italiana (CORSI), la cui missione consiste nel fare da garante sui contenuti e sulla qualità dell'offerta editoriale e dei programmi nel rispetto del mandato federale. Poter rappresentare l'utenza radiotelevisiva è stata una sfida davvero interessante sotto diversi punti di vista, a cominciare dalla necessità di trovare un equilibrio fra le esigenze accademiche e gli impegni legati all'analisi dei prodotti diffusi dalla RSI.

 

Dall'estate 2017 sono membro del Partito Liberale Radicale Ticinese (PLRT) e dei Giovani Liberali Radicali Ticinesi (GLRT).

TEMPO LIBERO

Nel tempo libero adoro camminare su e giù per le alpi, d'estate premiando lo sforzo con un tuffo nel fiume o in un laghetto di montagna e d'autunno con una torta di castagne, di cui vado ghiotto (come peraltro di ogni altro dolce).

 

Avendo trascorso quasi ogni vacanza d'infanzia a Cardada, dove nonno Ulisse gestiva gli sci lift di Cimetta e mamma Justa Del-Grande sfrecciava sulle piste da mattina a sera, amo sciare e ancora oggi colgo ogni occasione per passare un momento di sport e divertimento con famiglia e amici sulla neve.

 

Come tanti coetanei (ma non solo) adoro viaggiare e incontrare persone di culture diverse, divertendomi poi a discutere e dibattere. Sul cibo, sulle relazioni internazionali, sul mondo. I miei compagni di studi negli Stati Uniti mi hanno definito un inguaribile innamorato del proprio paese. Perché, c'era forse da dubitarne?

 

CONTATTO

Stefano Lappe
 stefano@lappe.ch